Le Imprese possono sentirsi tutelate durante le operazioni di gara?

Siamo riusciti, grazie alla nostra presenza costante durante le sedute di Gara, a rilevare l’ennesimo errore (di cui sotto si riporta stralcio del verbale) commesso da una Stazione Appaltante. La nostra segnalazione tempestiva all’Impresa che ha fatto poi richiesta di ricalcolo, ha permesso alla Stazione Appaltante di agire in autotutela e riformulare la graduatoria con conseguente nuova proposta di aggiudicazione.

IMPORTO COMPLESSIVO DELL’APPALTO: € 3.551.844,41

la prima seduta pubblica si è tenuta alle ore 10:00 del giorno 18 ottobre 2019; in tale seduta all’esito della graduatoria delle offerte ammesse, il Seggio di gara, accertato che le offerte ammesse erano superiori a 10, ai fini dell’applicazione di quanto previsto al paragrafo 5) del disciplinare di gara, ha proceduto, mediante foglio di calcolo messo a disposizione della piattaforma SINTEL, al calcolo di cui all’art. 97 comma 2 e comma 8 del D. Lgs. 50/2016 e s.m.i., individuando XXXXXXXXX S.R.L. quale operatore economico primo in classifica avendo lo stesso presentato un ribasso del 23,86% ed essendo stata individuata la soglia dell’anomalia pari al 23,87280%; – in data 24/10/2019 con prot XXXXXX il concorrente XXXXX S.r.l. ha segnalato la non correttezza dell’individuazione della soglia di anomalia; alla luce di tale segnalazione la Stazione Appaltante ha provveduto a verificare i calcoli effettuati e la correttezza dei valori immessi nel foglio di calcolo messo a disposizione della piattaforma SINTEL; all’esito di tale operazione è emerso che, per mero errore materiale, è stato inserito un valore errato nel foglio di calcolo utilizzato nella seduta del 18 ottobre 2019 e segnatamente è stato immesso il valore 17,001 in luogo di quello corretto 17,011 in relazione al ribasso percentuale offerto dal concorrente XXXXXXX SRL; tale errore ha determinato un calcolo errato ai fini dell’individuazione della soglia di cui all’art. 97, comma 2, D. Lgs. 50/2016 e s.m.i. e conseguentemente la non corretta individuazione del concorrente primo in graduatoria ed è pertanto stato ritenuto necessario convocare una seduta pubblica per le ore 10:00 del giorno 28 ottobre 2019 per dare esito del calcolo corretto e dell’individuazione del nuovo concorrente primo in graduatoria e procedere all’apertura della busta telematica contenente la documentazione amministrativa del primo offerente non anomalo.

L’anno duemiladiciannove, il giorno ventotto del mese di ottobre, alle ore 10:05, presso la sede di XXXXXXXX il Responsabile del procedimento apre la seduta e comunica che: nella seduta odierna si provvederà all’applicazione extra piattaforma del calcolo di cui all’art. 97 comma 2 e comma 8 del D. Lgs. 50/2016 e s.m.i. e all’individuazione dell’aggiudicatario; all’esame della documentazione amministrativa del concorrente aggiudicatario, alla verifica della completezza e regolarità di detta documentazione alla luce delle prescrizioni previste nel disciplinare di gara, all’attivazione dell’eventuale soccorso istruttorio; le operazioni di gara avverranno mediante accesso alla piattaforma SINTEL. Esaurite le predette operazioni preliminari, il Seggio di gara, procede ad effettuare calcolo di cui all’art. 97 comma 2 e comma 8 del D. Lgs. 50/2016 e s.m.i. inserendo il ribasso percentuale corretto offerto dal concorrente XXXXXXXX SRL pari al 17,011%. All’esito di tale operazione la soglia di anomalia risulta essere il 23,81084% e conseguentemente l’operatore economico primo in classifica risulta essere il concorrente XXXXXXXX S.r.l., avendo lo stesso presentato un ribasso del 23,696%.  

Pubblicato da going appalti e servizi srl

Aiutiamo le imprese a gestire con successo le criticità degli appalti pubblici

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: